Eventi da non perdere nell'estate italiana | Viaggi Manuzzi

Tu sei qui

Eventi da non perdere nell'estate italiana

  • 28.04.2021
  • Tipologia: 
  • Destinazioni: 
    Italia Mare
  • Scritto da:
    Ritratto di silviaamadori
    Silvia
Feste e specialità regionali da segnare sul calendario per programmare le vacanze

L'estate si avvicina e cominciano a delinearsi le regole per viaggiare in sicurezza fra le regioni.

L'Italia è un mosaico di meraviglia: parchi naturali, mari stupendi, storia millenaria, cultura e tradizioni, c'è l'imbarazzo della scelta! 

Uno spunto per scegliere la regione da visitare questa estate potrebbe essere una delle esperienze emozionanti che vi suggeriamo: tradizioni che si ripetono da anni, appuntamenti culturali e feste che vi suggeriamo per decidere da quale regione fare ripartire la vostra estate!

A MAGGIO E GIUGNO: LA FIORITURA DELLE LENTICCHIE A CASTELLUCCIO DI NORCIA 

Solitamente fra fine maggio e inizio luglio, l’altopiano di Castelluccio di Norcia è lo scenario di una incredibile fioritura colorata; per diverse settimane dal verde solito del pascolo, la valle viene spezzata da un mosaico di colori, con toni che vanno dal giallo ocra al rosso. Anche se la festa della Fioritura ricade, solitamente, nella terza e nell’ ultima domenica di Giugno, non esiste un preciso giorno per ammirare questo incantevole spettacolo, ogni anno dipende all’andamento climatico della stagione. Le specie floreali che tingono l'altopiano in questo periodo sono diverse: genzianelle, narcisi, violette, papaveri, ranuncoli, asfodeli, viole, trifogli, acetoselle e tante altre. Trekking, mountain bike, cavalcate, il sorvolo per i più avventurosi: si possono fare le attività più diverse di immersione nei colori di questa natura. Visitare questo territorio, dormendo qui, pranzando in un ristorante tipico e rispettando l'ambiente naturale (quindi no, non calpestate quei meravigliosi campi) sicuramente darà anche un aiuto ai piccoli borghi intorno a Castelluccio che ancora soffrono le conseguenze del drammatico terremoto di qualche anno fa. 

L'ULTIMA SETTIMANA DI AGOSTO: LA "NOTTE DELLA TARANTA" IN SALENTO

Si tratta di una delle più significative manifestazioni sulla cultura popolare in Europa, è dedicato nello specifico alla musica tradizionale salentina. Dal 1998 ogni anno è diventato sempre più grande e sempre più famoso, il festival, che culmina nel Concertone finale di Melpignano è stato capace di coinvolgere da solo più di centocinquantamila spettatori e si caratterizza in maniera del tutto originale ed innovativa per la presenza di un Maestro Concertatore, invitato a reinterpretare i “classici” della tradizione musicale locale con un gruppo di circa trenta tra i migliori musicisti di riproposta del Salento, assieme ad ospiti eccezionali della scena nazionale e internazionale. Fra i più noti Maestri Concertatori degli ultimi anni Ludovico Einaudi, Goran Bregovic, , Carmen Consoli e Raphael Gualazzi.. Andare in Salento in occasione della notte della taranta, fissata per il 28 agosto nel 2021, significa esplorare i piccoli borghi di pietra chiara con l'occasione di concerti particolari che raccontano i luoghi dove questa musica è nata e da dove è partita per tutto il mondo :)

IL FESTIVAL INTERNAZIONALE DELL'AQUILONE, A CERVIA 

Solitamente i primi di maggio ma slittato per questo anno dal 25 settembre al 3 ottobre, questo festival esiste da 41 anni e ha portato a Cervia artisti da tutto il mondo, dai maori della Nuova Zelanda agli aquilonisti acrobatici americani. Il tema della resilienza e della sostenibilità ambientale si è declinato negli anni con la poesia dei voli degli aquiloni, dai piccoli aquiloni acrobatici alle enormi installazioni volanti - fiori, meduse, enormi balene - che gli spettatori possono osservare dalla spiaggia, immergendosi nei colori e nel rumore del vento. Se il festival vi porterà in Romagna avrete l'imbarazzo della scelta di panorami: la spiaggia con il suo fondale digradante e la pineta, le Valli di Comacchio da visitare in canoa, poi le rocche malatestiane di Rimini e Cesena. Il tutto condito dall'immancabile ottima cucina romagnola!

A META' SETTEMBRE: IL COUS COUS FEST, A SAN VITO LO CAPO 

San Vito Lo Capo, in provincia di Trapani, è la perfetta sintesi del Mediterraneo più bello: colori, profumi, scorci e scenari indimenticabili. La Sicilia in generale e questa parte di San Vito in particolare hanno un patrimonio enogastronomico eccezionale che trova nel cous cous, il piatto della tradizione che testimonia la convivenza della cultura maghrebina con quella siciliana, il suo principale protagonista. San Vito Lo Capo è esattamente il posto nel quale le culture del mediterraneo coesistono e si mescolano, un luogo che dà il benvenuto alla diversità. Il festival del cous cous, dal 17 al 26 settembre 2021, potrebbe essere quindi una ottima occasione per decidere di andare in Sicilia, in un mese in cui il caldo estivo si sta stemperando ma ancora le giornate sono lunghe e il mare caldissimo, per visitare la Riserva dello Zingaro con un trekking, per vedere Erice e i suoi altari votivi e e dedicare un paio di giorni prima di ripartire alla spettacolare Palermo. 

AD OTTOBRE: LA BARCOLANA DI TRIESTE 

La regata storica nel Golfo di Trieste è fissata dal 1° al 10 ottobre. E' la regata più grande del mondo - ogni anno gareggiano circa 25mila velisti - e la sua formula particolare la rende un evento unico internazionale: alla linea di partenza infatti si ritrovano a gareggiare fianco a fianco velisti professionisti e appassionati più semplici, su imbarcazioni di varie dimensioni che vengono suddivise in categorie diverse. Il pubblico segue la regata sia dalle rive di Trieste che dalle alture del Carso intorno alla città; la particolare conformazione del territorio attorno al Golfo permette di osservare la gara da moltissimi punti di osservazione, in quello che è stato definito uno “stadio della vela” naturale. Si può scegliere Trieste per un lungo week end, per visitarla partendo da una delle poche piazze del mondo che abbiano come uno dei lati il mare, per spingersi nei dintorni ed esplorare una delle grotte carsiche (la Grotta Gigante è una delle più grandi del mondo). Vi consigliamo di tenere un pò di spazio nel bagagliaio dell'auto per gli ottimi vini del carso :)

 

 

Altri post dal Blog