I sapori di Cuba | Viaggi Manuzzi

Tu sei qui

I sapori di Cuba

  • 10.07.2020
  • Tipologia: 
  • Destinazioni: 
    Cuba
  • Scritto da:
    Ritratto di silviaamadori
    Silvia
Nel mese più caldo dell'anno, quando la voglia di partire è grandissima, vi portiamo con il pensiero a Cuba.

Nel mese più caldo dell'anno, quando la voglia di partire è grandissima, vi portiamo con il pensiero a Cuba.

Il solo nome di questa isola evoca panorami paradisiaci di spiaggia bianca lambita dalle palme ma anche grandi avvenimenti della storia: la dominazione spagnola, la tratta degli schiavi, il difficile rapporto politice ed economico con gli Stati Uniti, la rivoluzione di Castro e Che Guevara, la guerra fredda...La rigogliosa natura caraibica ma tanti altri elementi culturali, architettonici e sociali che per altro verso, però, non fanno che confermare l’irriducibilità del territorio a qualsiasi tentativo di stereotipizzazione.

Cuba è una delle isole più attraenti per una fuga romantica, un viaggio in compagnia di amici ma ancge una vacanza di famiglia, entusiasmante e diversa dal solito.

Gli angoli dell'Havana vecchia, le auto vintage coloratissime, gli hotel storici sul Miramar ma anche le case particular ossia case private affittate in modo più o meno legittimo dove si incontrano i cubani e il loro modo di vivere allegro e forte nelle difficoltà quotidiane. L'isola è davvero molto grande, oltre al mare dei meravigliosi cayos - Cayo Levisa, Cayo Largo, Cayo Coco fra i più famosi - consigliamo di pensare a un tour organizzato o a prenotare una auto con un autista privato per visitare le città storiche coloniali di Trinidad e Santa Clara, per poi scendere attraversando infinite piantagioni di canna da zucchero nella parte sud dell'isola molto più verde e selvaggia. 

La stupefacente caratteristica dell’isola è che ancora vive in una sospensione nel tempo ferma a quando Fidel Castro ed Ernesto Che Guevara la conquistarono, instaurando un regime comunista che oggi scricchiola e mostra tutte le sue bellezze e difficoltà. La casa di Fidel, diventata monumento nazionale è nella provincia di Holguìn, a Sud dell’isola, ed ha un valore storico straordinario. Da vedere senza dubbio anche il mausoleo di Santa Clara dove si trova la tomba del Che.

La cucina cubana è stata influenzata da quella spagnola e caraibica per le tecniche gastronomiche e da quella africana per l’uso delle spezie: chi arriva a Cuba difficilmente non riesce ad apprezzare i piatti più tipici. La cucina cubana è quindi coloratissima, esotica e accesa da improvvisi sapori; riso, legumi, platano e patate fanno da accompagnamento a quasi tutto, di volta in volta variati e irrobustiti con le spezie (aglio, cumino, origano, paprica, peperoncino) e ortaggi (zucca e avocado sorattutto; si devono provbare i proverbiali bocadillos riccamente farciti e succhi di qualunque frutto: ananas, pompelmo, maracuja, tamarindo, guaiava. Una delle bevande più amate è il succo di zucchero di canna ghiacciato. I piatti più sostanziosi ruotano attorno all’uso di carne, soprattutto maiale; mentre l’uso del pesce non è frequentissimo, riguardo i frutti di mare vigeva un ufficiale divieto governativo ma spesso aggirato nelle cases particulares.

In un bellissimo angolo ombreggiato della nostra città si trova CASAMADIE https://www.instagram.com/menu_casamadie_cesena/ che nel menù di agosto propone le migliori specialità cubane, siamo certi che assaggiarle vi farà decidere subito la meta del prossimo viaggio!

Altri post dal Blog