#IORESTOACASA 10 film per viaggiare da casa! | Viaggi Manuzzi

Tu sei qui

#IORESTOACASA 10 film per viaggiare da casa!

  • 20.04.2020
  • Scritto da:
    Ritratto di alessandrabartoli
    Alessandra
Non abbandoniamo la nostra voglia di viaggiare, rimanendo comodamente seduti sul nostro divano!

Per noi amanti dei viaggi, possibilmente lunghi e oltre oceano, questo periodo di quarantena risulta davvero arduo e lunghissimo.

Ci hanno chiesto però di restare a casa e preservare la nostra salute e quella degli altri e noi ci impegniamo ogni giorno per farlo; questo però non ci impedisce di continuare a viaggiare con la mente e con gli occhi.
Ecco perché nasce questa pagina del blog, dedicata ai 10 migliori film, secondo Viaggi Manuzzi, che tengono accesa la fiamma del nostro, e speriamo anche vostro, entusiasmo verso la scoperta del nostro bellissimo pianeta. 
Di seguito un' interessante filmografia che vi permetterà di non annoiarvi e vi terrà incollati allo schermo con il suo continuo susseguirsi di luoghi straordinari, conosciuti e non. 
 

  • AUSTRALIA   

Australia è un film del 2008 scritto e diretto da Baz Luhrmann.
La storia si svolge in Australia nel 1939 alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale, quando la nobildonna Lady Sarah Ashley parte dall’Inghilterra per convincere il marito Maitland Ashley a vendere la loro tenuta Faraway Downs a Leslie “King” Carney.
A Darwin l’aspetta il mandriano Drover, un amico del marito che ha il compito di accompagnarla alla tenuta. Quando Sarah arriva alla proprietà, scopre che suo marito è stato ucciso e Neil Fletcher, amministratore della tenuta, accusa dell’omicidio uno stregone aborigeno. La sera stessa Sarah conosce Nullah, un dolcissimo bambino, figlio di Daisy, la domestica di Faraway Downs.
Insieme a Nullah, Drover e i suoi uomini, Sarah affronta un’avventura attraverso il deserto per trasportare il bestiame come suo marito aveva progettato. Questo scatena le ire di King Carney, che farà di tutto per vendicarsi dell’offesa subita.
Arriva la tanto desiderata stagione delle piogge, tutto si risveglia e prende vita e anche Faraway Downs rinasce sotto la guida di Sarah e di Drover. Ma il destino incombe su di loro e dovranno accadere ancora tante cose prima che la pace e la serenità possano essere durature...

 

  • LA MIA AFRICA   

Il film diretto da Sydney Pollack nel 1985, racconta la storia di Karen, una giovane donna che, delusa da una relazione d’amore senza futuro, decide di partire per l’Africa. Una volta arrivata in Kenya sposerà il barone Bror Blixen, col quale metterà su una fattoria per la produzione di latte.
Durante il viaggio incontra Denys Finch Hatton, un cacciatore che ama vivere a contatto con la natura e con le creature che la abitano. Nonostante le aspettative della donna vengano disattese, perché il marito ha avviato nel frattempo una piantagione di caffè, Karen si affeziona rapidamente alla gente del posto, ai domestici, alla sua nuova casa e agli splendidi paesaggi africani.
Quando scoppia la Prima Guerra Mondiale il barone deve partire verso il confine, lasciando la moglie da sola. La lontananza le fa capire quanto sia forte il suo sentimento nei confronti del marito. Tuttavia l’idillio si rompe quando la donna scopre di essere malata di sifilide, a causa dei continui tradimenti del barone. Così torna in Europa per curarsi ma, una volta guarita, i medici la informano che non può più avere figli.
Passati due anni, trascorsi a insegnare ai bambini del luogo a leggere e a scrivere, Karen fa ritorno in Kenya e, dopo l'ennesimo tradimento di Bror, decide finalmente di buttarlo fuori casa. Nel frattempo si innamora di Denys che, pur ricambiando i suoi sentimenti, sente l’esigenza di allontanarsi perché in fondo è uno spirito libero. Questo provoca alla donna molta sofferenza, al punto tale che sceglie di lasciarlo per non stare troppo male.
Tutto precipita, però, quando un grande incendio distrugge l’intera piantagione di caffè, lasciando Karen completamente senza futuro…  

 

  • MANGIA, PREGA, AMA

Film del 2010 di Ryan Murphy. Elizabeth Gilbert è una scrittrice di New York che conduce una vita apparentemente invidiabile: un matrimonio stabile, una bella casa e una carriera ben avviata. Nel profondo vive però una grande insoddisfazione, sente che può avere di più, ma non sa da dove iniziare. Dopo aver preso coraggio per guardare in faccia la realtà, decide di divorziare dal marito con cui da tempo non c'è più intesa. Poco tempo dopo si trova coinvolta in una relazione tormentata con un ragazzo più giovane di lei, David, intrapresa per tornare a sentirsi viva, ma che non decolla e non la soddisfa pienamente.
A un certo punto capisce che ha bisogno di una vera svolta: lascia New York, le sue sicurezze e tutti gli amici per intraprendere un viaggio, da sola, alla ricerca di se stessa. Si ferma per quattro mesi in Italia, assaporando gli usi e i costumi locali - e soprattutto i cibi - visitando Roma, Napoli e stringendo amicizia con una ragazza svedese di nome Sofi e Giovanni, che farà loro da mentore e guida nelle pigre giornate trascorse nel Bel Paese.
Poi sarà la volta dell'India, dove con una certa fatica, ma tanta determinazione, Liz cercherà la pace interiore nella meditazione, nella pazienza delle giornate trascorse senza piaceri effimeri e immediati. Passerà diversi momenti conversando profondamente con Richard, un uomo divorziato e dal passato burrascoso, grazie al quale capisce di dover intraprendere un percorso di perdono verso se stessa per aver causato la fine del suo matrimonio.
L'ultima tappa è Bali, dove incontra uno sciamano che la aiuta nella guarigione delle sue tristezze più profonde, e poco a poco tona a vivere con gioia e a sorridere delle piccole cose. Elizabeth lascia che nel suo cuore torni la voglia di vivere e di amare, quando incontra Felipe, un uomo estremamente diverso da lei e dal suo modo di intendere la vita, ma con il quale imparerà a lasciarsi andare e a tornare di nuovo felice.

 

  • INTO THE WILD   
     

FIlm del 2007 diretto da Sean Penn. Il protagonista della storia è Christopher McCandless, un giovane e benestante studente universitario che prende una decisione anticonformista: lasciare gli studi per fuggire dalla società corrotta e consumista. A complicare il suo rapporto con la realtà c’è il contorto legame con la famiglia e le idee suggerite dalle opere eterodosse di London e Thoreau.
Dopo aver chiesto ai sui genitori di devolvere i suoi fondi universitari ad una organizzazione no profit, Cristopher parte con lo zaino in spalla attraversando l’America, con lo pseudonimo di Alexander Supertramp. Il suo viaggio sarà costellato da diversi incontri che alimenteranno il suo ideale di libertà e daranno forma al suo pensiero sul mondo.
Dopo aver fatto la conoscenza della coppia hippie, formata da Jan e Rainey, Cristopher passa del tempo al soldo del trebbiatore Wayne Westerberg dal quale apprende informazioni fondamentali per il suo viaggio in Alaska. Cristopher si confronterà anche con la cantautrice Tracy e con lo scontroso veterano, preparandosi al meglio per la sua avventura nelle terre selvagge.
Giunto nelle sterminate lande, lontano da ogni contatto umano, Cristopher costruisce la sua nuova vita attorno ad un vecchio autobus abbandonato. Le asperità della terra, tuttavia, lo porteranno a commettere un errore fatale. Isolato dal mondo, il giovane arriva infine a concepire il suo personale pensiero sulla vita e sulla felicità, racchiuso nella frase “La felicità è autentica solo se condivisa”.

 

  • I DIARI DELLA MOTOCICLETTA

Film del 2004 diretto da Walter Salles.
Viaggio attraverso l'America Latina del giovane Ernesto Guevara - era il 1951 e lui a 23 anni era ancora ben lontano dal diventare il 'Che' e dalla rivoluzione cubana - a cavallo della sua moto e in compagnia del suo amico biologo Alberto Granado di nove anni più grande di lui.  
 

  • WILD 

FIlm del 2014 diretto da Jean-Marc Vallée.
Cheryl Strayed è una giovane donna che ha percorso oltre mille miglia lungo la pista di trekking del Pacific Crest per elaborare un grave lutto familiare e il naufragio del suo matrimonio, affrontando e sconfiggendo, in un viaggio pericoloso e solitario, i suoi demoni e le sue paure.

 

  • IL TRENO PER DARJEELING 

Film del 2007 diretto da Wes Anderson. Il film narra le vicende dei tre fratelli Whitman, che dopo aver passato un anno lontani ed in silenzio, a seguito della morte del padre, intraprendono un viaggio attraverso l'India, alla ricerca di se stessi e con la speranza di riavvicinarsi l'un l'altro.
La mente del viaggio è Francis Whitman il quale, qualche mese prima, a seguito di un incidente quasi mortale con la motocicletta, si è reso conto dell'importanza del legame con i fratelli e decide di riunirsi con loro. Il viaggio viene programmato nei minimi particolari e viene scelto un treno speciale per compierlo: il Darjeeling Limited. Il treno li conduce così attraverso l'india, fermandosi di tanto in tanto per permettere ai passeggeri di visitare i vari luoghi e i templi Indù.
Durante il viaggio tuttavia, le cose non vanno come sperato, i fratelli Peter e Jack infatti, cercano di ostacolarne la riuscita, specialmente quando scoprono che la tappa finale della traversata è in un convento Himalayano dove si trova loro madre Patricia, fuggita tempo prima.
Attraverso le varie tappe di questo viaggio tragicomico, i tre fratelli saranno costretti a scontrarsi contemporaneamente con delle dinamiche familiari arrugginite e con il desiderio di liberarsi di alcuni difficili pesi. 
 

 

  • SETTE ANNI IN TIBET

Film del 1997 diretto da Jean-Jacques Annaud, ispirato all’opera autobiografica di Heinrich Harrer. Nel 1939, Heirich Harrer accetta il compito affidato dal Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori e lascia l’Austria alla volta dell’Himalaya. L’esperto arrampicatore, infatti, è stato incaricato di raggiungere la nona vetta più alta al mondo, dopo che numerosi colleghi hanno fallito. Mentre la moglie, incinta, vorrebbe che non partisse, Heinrich è deciso a tentare l’impresa con il collega Peter Aufschnaiter. La scalata, tuttavia, è più difficile del previsto e allo scoppio della Guerra Mondiale, l’Impero Britannico in India arresta gli scalatori in quanto nazisti, rinchiudendoli in un campo di concentramento. Passano tre anni, durante i quali il matrimonio di Heinrich va in mille pezzi.Ma lo scalatore e i suoi connazionali architettano un piano molto astuto e si danno alla fuga. Heinrich e Peter si recano in Tibet, incontrando l’aperta diffidenza dei pacifici monaci buddhisti. Passano altri anni prima che il Dalai Lama, il bambino Tenzin Gyatso, convochi Heinrich al suo cospetto per commissionargli la creazione di un cinema. Inizia così una profonda amicizia, sancita dal rispetto e dal desiderio di conoscere le rispettive culture. Mentre la vita scorre pacificamente, la Cina acquista sempre più potere e la vita del Dalai Lama è in pericolo. Heinrich si troverà a dover lottare per la sua nuova casa, mentre cresce in lui il desidero di incontrare il figlio, ormai adulto.  

 

  • MARIGOLD HOTEL    

L'Hotel Marigold, dovrebbe essere la proposta indiana per i più eleganti pensionati del Regno Unito - un luogo dove trascorrere gli anni d'oro in una struttura lussuosa - fino a quando sette ospiti animati da un grande desiderio di cambiamento si trovano all'entrata di questo resort non ancora ultimato. Si tratta di: Evelyn, una vedova sul lastrico, Graham il disincantato Giudice dell'Alta Corte, Douglas e Jean una coppia litigiosa, Norman  e Madge  in eterna ricerca d'amore, e Muriel  che intende sottoporsi ad un intervento all'anca e lasciare subito dopo l'India. Tutti si trovano in balìa delle stravaganze del giovane ed ingenuo Sonny Kapoor, proprietario dell'hotel ereditato da suo padre, elegante, ma decadente nella speranza di trasformarlo in un hotel di lusso. Sino a quel momento c'è stato solo caos, ma se a Sonny mancano le risorse, di certo non manca l'entusiasmo. I nuovi ospiti rimangono sbalorditi nello scoprire che i lavori di ristrutturazione dell'edificio sono in fase di stallo e che servizi come l'acqua, l'elettricità e il telefono sono a dir poco difettosi. Sono tutti allo stesso modo disorientati da un'India ricca di contrasti, allo stesso tempo inebriante e spaventosa, tradizionale e moderna, meravigliosa ma strana. All'inizio l'etereogeneo gruppo sembra incerto riguardo al futuro, ma quando inizieranno a fare nuovi incontri scoprendo cose inaspettate, decideranno di lasciarsi il passato alle spalle.  
 

 

  • LITTLE MISS SUNSHINE

Film del 2006 diretto da Jonathan Dayton e Valerie Faris. Protagonista del film è la bizzarra famiglia Hoover, residente nella cittadina di Albuquerque, New Messico. Richard Hoover vorrebbe diventare un uomo di successo e, tartassando il suo editore, spera di pubblicare al più presto il suo saggio sui cosiddetti ‘nove passi per raggiungere il successo’. Sheryl Hoover  è una donna altruista e accomodante, che decide di accogliere in casa il fratello Frank  il quale, dopo una delusione amorosa e lavorativa, ha recentemente tentato il suicidio. Frank dividerà la camera da letto con il nipote Dwayne Hoover, che ha fatto voto di silenzio assoluto fino a che non sarà ammesso all’accademia astronautica.

La piccola Olive, una bambina di sette anni che vorrebbe partecipare al concorso nazionale per le piccole Miss, ignora totalmente che il suo aspetto non rientri nei canoni di bellezza richiesti. A completare il quadro familiare degli strampalati Hoover, c’è il nonno paterno Edwin, cacciato dalla casa di riposo a causa del suo problema con l’eroina. Quando la prima classificata al concorso di Little Miss Sunshine si ritira, tocca a Olive presentarsi sull'ambito palco nazionale. A bordo un vecchio e malmesso pulmino, la famiglia parte alla volta della California, per le selezioni delle aspiranti Miss America. Il viaggio, tuttavia, diventerà un percorso catartico familiare e personale. Sulla strada per la California, infatti, gli Hoover saranno messi davanti al fallimento dei loro progetti e tutti saranno colpiti da un episodio del tutto inaspettato.