15 giorni a New York: il MIO, il nostro viaggio a New York | Viaggi Manuzzi

Tu sei qui

15 giorni a New York: il MIO, il nostro viaggio a New York

…mi prendo la libertà di definire questo fantastico viaggio prima “MIO”, poi “NOSTRO”, per un semplice motivo: lo desideravo da che ho memoria e quindi l’ho vissuto come realizzazione di un mio sogno.

Così quando finalmente si è affacciata la possibilità di fare questo viaggio ho cercato di farlo durare il più a lungo possibile: 15 gg a NEW YORK, e che l’avventura abbia inizio!

1° GIORNO - Lunedì

Siamo arrivati la sera del 18 giugno sotto un acquazzone memorabile…stanchi ma adrenalinici ammiriamo le luci di Manhattan tra i rivoli di pioggia sul finestrino dello Shuttle che ci porta dal JFK in centro, increduli di essere per la prima volta sul suolo americano. Arrivati al nostro Hotel e svolte le operazioni di rito, chiudiamo questa giornata.

2° GIORNO - Martedì - Hop-On Hop-Off Big Bus New York: tour classico di 1 giorno

Ci è sembrato un buon metodo per prendere confidenza con la città e avere una prima idea di quello che poi avremmo visto in maniera più dettagliata, con questo tour si toccano da vicino vari punti di interesse e le emozioni sono state subito tante, alcune anche inaspettate. Ho avuto un momento di smarrimento pensando che ancora non riuscivo a riconoscere la mia New York, quella di tanti film, di tanti libri e di tanti sogni, ho avuto timore che la mia immagine romanzata della città non corrispondesse alla vera anima di NY visto che mi sono trovata improvvisamente in una dimensione reale, fatta di tanto e di tutto, folla, rumori, colori, altezze infinite…è bastato però vivere quella realtà per qualche ora per accorgermi che le mie aspettative non sarebbero state disattese.

Scesi dal Big Bus non lontano da Times Square ci siamo diretti verso Bryant Park, bellissima atmosfera e tanto verde per una sosta, uno spuntino, giochi sul prato e momenti di relax. Abbiamo poi visitato la NY Public Library e la Grand Central Station: come entrare in un film!

Serata trascorsa a Times Square, difficile spiegare la maestosità di tutto ciò che ti circonda e la sensazione di essere al centro del mondo.

3° GIORNO - Mercoledì -  Museo e Memoriale dell'11 Settembre

Scesi dalla metro, per raggiungere il World Trade Center ci siamo trovati direttamente all’interno della nuova struttura creata dal famoso architetto Calatrava: l’Oculus che, in maniera imponente, svetta con le sue ali in acciaio ai piedi della Freedom Tower e che, tra le altre cose, ospita un enorme centro commerciale. E' un’emozione forte entrare nella la realtà di quello che è stato uno degli eventi più tragici della storia recente e tutto quello che ho sentito raccontare e visto con i miei occhi dà un senso tremendamente reale a quello che per giorni ho vissuto tramite le notizie del telegiornale e che tutti abbiamo sperato non fosse accaduto davvero.

Nel pomeriggio abbiamo visitato il distretto finanziario di Wall Street passando per la New York Stock Exchange, la Federal Reserve, il Federal Hall, la Trinity Church.

4° GIORNO - Giovedì - Empire State Building

Pronti per salita all’86° piano dell’Empire State Building, uno dei maggiori simboli della città, non ha mancato di entusiasmarci, la vista mozzafiato e il panorama infinito rimarranno impressi nella mia mente per sempre, mi sono sentita parte di un pezzetto di storia e di cinema

Abbiamo proseguito per il Rockfeller Center prenotando la salita al Top of the Rock in notturna per il giorno successivo poi ci siamo diretti alla 5th strada ammirandone vetrine e negozi.

Ci siamo poi diretti a sud con la metro e siamo scesi a Washington Square Park, abbiamo passeggiato per il Village ammirando le stradine pittoresche, le boutique, le casettine dai mattoni rossi respirando l’atmosfera familiare e tranquilla del posto, abbiamo attraversato Chinatown – Soho – Little Italy apprezzandone le diversità, i colori i sapori…

La sera, approfittando del meteo favorevole, abbiamo fatto la traversata Lower Manhattan Molo di South Ferry – Staten Island, ed abbiamo avuto il primo incontro ravvicinato con la Statua della Libertà "Lady Liberty": che dire!

5° Giorno - Venerdì - Escursione a Brooklyn Bridge  e noleggio della bici per 1 giorno

Un altro must! Il ponte di Brooklyn lo abbiamo attraversato in bici per poi proseguire lungo la Brooklyn Hights Promenade fiancheggiando l’East River, ci siamo addentrati per le vie di Brooklyn ammirandone le case con i “redstone” e abbiamo raggiunto il quartiere di DUMBO offrendoci scorci sul ponte da cartolina! Al ritorno abbiamo proseguito per tutta la pista ciclabile lungo l’Hudson river fino al Pier 78 dove abbiamo riconsegnato le bici (Bellissimo!)

La sera, appuntamento prenotato e puntuale con la salita al Top of The Rock: il panorama scintillante ci ha tolto il fiato!

6° GIORNO -  Sabato - Passeggiata lungo la Highline e Chelsea Market / Madison Square Garden

Con la Metro siamo scesi all’altezza della 15th salendo sulla rampa che porta alla passeggiata sulla Highline, proseguendo verso nord siamo entrati al Chelsea Market, una ex fabbrica di biscotti che ospita il mercato coperto delle meraviglie, invitante, colorato, con angoli deliziosi, oggetti e food di ogni genere, vale assolutamente la pena visitare questa originalità. Abbiamo continuato la camminata sulla Highline, una vecchia linea ferroviaria in disuso trasformata in parco sopraelevato con vista su parte della west Manhattan fino alla 34th, deliziosa davvero!

Nel pomeriggio abbiamo partecipato ad un Tour guidato al Madison Square Garden, un tuffo negli eventi storici e recenti per gli appassionati di sport e musica, poi MACY’S, l’enorme grande magazzino dove si può davvero trovare di tutto, nei suoi dieci piani ci si perde!

7° GIORNO – Domenica - Tour Guidato di Harlem con gospel

Oggi ci aspettava Harlem per il Tour guidato con messa gospel, con la metro ci siamo recati all’appuntamento con la nostra guida che ci ha fatto visitare alcuni posti interessanti come ad esempio il teatro Apollo, uno dei più famosi club musicali degli Stati Uniti ed il più noto al mondo per quanto riguarda gli spettacoli di musicisti afroamericani, poi ci ha accompagnato in una chiesa battista per assistere alla funzione con coro gospel. E' stato tutto molto suggestivo, è un tour che consiglio assolutamente!

Essendo il 24 giugno, data del famoso Gay Pride, non potevamo non essere travolti dalla folla, dai musicanti, dai carri di mille colori che sfilavano per le vie della città, noi ci siamo fermati all’altezza di Madison Square dove troneggia il Flatiron, l’edificio storico che ricorda un ferro da stiro.

Il New York Gay Pride è un evento annuale che celebra la comunità, la cultura e l’orgoglio gay, e secondo noi non solo, è stata un’occasione di divertimento per persone di ogni tipo e di ogni orientamento sessuale!

8° GIORNO – Lunedì -  Noleggio bici a Central Park per 1 giornata

Al punto di ritrovo noleggio siamo saltati sulle nostre bici e ci siamo avventurati nel verde, abbiamo percorso l’intera pista ciclabile che attraversa tutto il parco fermandoci in vari punti all'interno del parco: esperienza consigliatissima, ci siamo sentiti parte di numerosissimi film!

La sera abbiamo partecipato ad una delle escursioni più belle di tutto il viaggio, la crociera al tramonto sull'Hudson: è difficile trovare le parole per descrivere i panorami che ci siamo trovati davanti agli occhi, la vista dello skyline dalle acque dell’Hudson e dell’East River, con il sole che si specchia sulle vetrate dei grattacieli è un quadro che non dimenticherò mai, così come il passaggio sotto al Brooklyn e Manhattan Bridge o trovarsi davanti alla Statua della Libertà che sembra di poter toccare…

9° Giorno – Martedì - Gita giornaliera a Coney Island

Abbiamo raggiunto Coney Island con la metropolitana che da Manhattan arriva direttamente alla stazione di Coney Island Stillway avenue: è un quartiere caratteristico a sud di Brooklyn che ci ha portati letteralmente fuori dallo scenario della città, qui siamo al mare e bagnare i piedi nell’Oceano Atlantico in quest’atmosfera un po’ retro’ è stato bellissimo, irrinunciabile l’assaggio dei famosi Hot dog e Lobster roll di Nathan’s, una vera leccornia.

 A Coney Island il tempo sembra essersi fermato, il parco dei divertimenti, la spiaggia infinita, il lungo pontile in legno hanno il sapore degli anni 70 e sembra davvero di rivivere le affascinanti atmosfere di un tempo (consigliatissima!)

Serata trascorsa su tre dei terrazzi-attici più belli di Manhattan regalandoci altezze, tramonti, e scenari favolosi: in compagnia di una guida italiana con spostamenti in autobus, tra un aneddoto e l’altro, abbiamo gustato tre selezioni di drink in ottima compagnia, e, ancora una volta ci siamo regalati pure emozioni.

10° GIORNO – Mercoledì - American Museum of Natural History /Bronx / Queens

Complice un tempo che minacciava pioggia ci siamo dedicati alla visita del Museo di storia Naturale:, il museo è enorme, impossibile vedere tutto così ci siamo dedicati alle sale per noi di maggior interesse.

Nel pomeriggio it tempo è rimasto nuvoloso così, fatto un giro irrinunciabile su uno Yellow cab, ci siamo avventurati nel Bronx. L'autista del pullman che ci ha accompagnato, preoccupato della nostra aria un po’ spaesata, ci ha consigliato di scendere vicino alla stazione della metropolitana più vicina in modo da tornare velocemente indietro non essendoci, a parere suo, troppo da vedere:  abbiamo seguito il consiglio e nulla è andato storto.

Tornati sui nostri passi abbiamo deciso di raggiungere il Queens con la metro e passeggiare nella zona di Forest Hills che ospita residenze meravigliose in stile Tudor, stradine alberate e Chiese pittoresche che sembrano essere uscite dal libro delle fiabe: merita davvero!

11° GIORNO – Giovedì - Tour guidato da New York a Washington DC

Essendo un viaggio di 15 giorni abbiamo ritenuto che una gita fuori porta non facesse altro che arricchire la nostra vacanza, e tra le varie opzioni, tutte valide sicuramente, abbiamo scelto Washington DC e la sua storia.

La città si contraddistingue per gli imponenti monumenti ed edifici neoclassici, fra cui le tre famose sedi in cui sono suddivisi i poteri del governo: il Campidoglio, la Casa Bianca e la Corte Suprema, ma è il cimitero di Harlington il luogo che mi ha colpito di più con le sue oltre 350 mila lapidi bianche dedicate ai caduti dei vari conflitti statunitensi, un simbolo, ci hanno spiegato, che rappresenta a tutti gli effetti, il luogo sacro per eccellenza del patriottismo americano.

12° GIORNO – Venerdì 

Abbiamo dedicato questa giornata allo shopping per noi oltre che per amici e familiari.

Verso sera, dopo aver passeggiato piacevolmente per le vie di Tribeca, siamo tornati a Brooklyn: non potevo perdermi lo spettacolo del ponte in notturna.

13° GIORNO – Sabato

Ci siamo spostati verso la zona Est fermandoci al mercatino delle pulci East 67th Street Flea e Farmer Market, abbiamo passeggiato lungo l’East River dove si trova il Palazzo delle Nazioni Unite, raggiungendo poi il punto di partenza della funivia per Roosevelt Island, Manhattan Tram Plaza. Trovandoci tempo a disposizione abbiamo fatto anche questa piccola escursione per la particolarità della funivia; non la metterei però tra le cose da fare assolutamente.
Nel tardo pomeriggio abbiamo raggiunto il quartiere di Williamsburg per gustarci l’affascinante atmosfera di questa zona di Brooklyn arrivando dove si svolge un altro mercatino delle pulci “Artists & Fleas”, davvero carino e caratteristico.

14° GIORNO – Domenica

 Arrivati al giorno prima della partenza, abbiamo deciso di salire sulla vetta più alta di NY, la Freedom Tower: non abbiamo voluto rinunciare alla vista mozzafiato che ci ha regalato tra innovazione e tecnologia.

…e anche l’ultima sera è arrivata, l’indomani ci aspettava il volo di ritorno, faceva già un caldo pazzesco da un paio di giorni,  e non potevamo mancare il nostro ultimo appuntamento con Times Square!

Concludo il mio lungo racconto dicendo che è stata un’esperienza unica e indimenticabile, oltre la meta, fantastica, devo dire che tutto è andato perfettamente, nessun problema, nessun disguido. 

 

Altri diari di viaggio

Messico: le civiltà precolombiane - Part. 1

Messico
Sudamerica
Silvia
Dal museo di antropologia di Città del Messico fino alla misteriosa città degli Dei, Teotihuacan: un viaggio tra le civiltà precolombiane.

Tour di Cuba: fascino fuori dal tempo

Caraibi
Cuba
Sudamerica
Chiara
Dopo aver visitato Cuba posso dire che corrisponde perfettamente alle aspettative che avevo su questa destinazione, formate su tanti anni di racconti entusiasti di chi l’aveva scelta come meta ed era rimasto colpito dal suo fascino così particolare.