LONDRA...6 VOLTE E NON SENTIRLE! | Viaggi Manuzzi

Tu sei qui

LONDRA...6 VOLTE E NON SENTIRLE!

  • Gennaio 2014
  • Tipologia di viaggio: 
  • Destinazioni: 
    Gran Bretagna
    Londra
  • Alessandra Bartoli
Una della capitali più popolate e più visitate grazie alle sue mille sfaccettature, adatta sia ad un “pubblico” giovane, curioso di conoscere le “particolarità” locali piuttosto che a famiglie con bambini alla ricerca di storia e cultura.

Scelgo di parlare di una delle città che piu' mi rappresenta e che più mi emoziona ogni volta che ci faccio ritorno.

Una della capitali più popolate e più visitate grazie alle sue mille sfaccettature, adatta sia ad un “pubblico” giovane, curioso di conoscere le “particolarità” locali piuttosto che a famiglie con bambini alla ricerca di storia e cultura.

Tutte le stagioni sono indicate per visitare la città, ogni mese dell’anno ha le sue caratteristiche che la rendono unica; dalle grigie giornate londinesi dei periodi invernali, in perfetto stile Old British, piene di fascino e mistero, alle splendide giornate primaverili ed estive quando i parchi fioriscono e il verde degli alberi ha il sopravvento sul grigiore cittadino.

La città è facilmente raggiungibile da qualsiasi aeroporto italiano, e la rete di trasporti londinese ha un’efficienza tale da permettere, anche ai meno esperti, di trovarsi totalmente a proprio agio.

Consiglio per i novelli visitatori della città: la Oyster card (carta ricaricabile per bus e metro) è, a mio avviso, il mezzo più efficace per muoversi senza fare lunghe file alle biglietterie metropolitane.

Se visitate la città per la primissima volta, non serve a nulla fare l’abbonamento alla metro (Travel Card) per le zone 1/6 ( a meno che non abbiate prenotato un volo che arrivi e riparta da Heathrow); il cuore pulsante della città è tutto dislocato nella zona 1 di Londra con qualche accenno nella zona 2 (tipo Camden Town).

Questa metropoli ha una storia da raccontare che merita di essere vista, consiglio a tutti di non "snobbare" a priori i Sightseeing tour (bus rossi aperti sopra). Per chi ha a disposizione poco tempo (es 4 giorni e 3 notti) questi itinerari risultano il modo più veloce per avere una visione completa delle principali attrazioni cittadine, con la possibilità di fare sosta in qualsiasi fermata si desideri, per poi salire nuovamente a bordo sempre con il medesimo biglietto.

Vale la pena fare una sosta a:

Buckingham Palace e St. James Park. Quando attraversate il parco, pieno di dolcissimi scoiattoli alla ricerca di noccioline, arrivate fino in fondo percorrendo il lungo lago, lasciatevi Buckingham Palace alle spalle e giratevi verso il laghetto, avrete una splendida vista tra gli alberi che vi riporterà indietro nel tempo.

Tamigi e London Eye. Il classico battello sul fiume è un’altra interessante alternativa per vedere la città dal “basso”, mentre per chi ha voglia di un brivido maggiore, la ruota panoramica di Londra, offre una vista mozzafiato senza eguali soprattutto in orario serale. Consiglio di acquistare i biglietti per la ruota direttamente in loco, pensando anche di combinarli con un’altra attrazione per risparmiare (es. London eye + Madame Tussaud oppure London eye + Sea Life acquario di Londra a pochi passi dalla ruota panoramica)

Piccadilly Circus e Oxford Street. Qui siamo nel centro dello shopping londinese. Partendo dalla famosa piazza con al centro la fontana sovrastata dalla statua di Cupido si arriva in Oxford Street, attraversando Regents Street, strada piena di negozi di abbigliamento, giocattoli e grandi magazzini. Per gli amanti del genere: Abercrombie&Fitch non si trova su questa via ma su di una strada parallela, esattamente al n°7 di Burlington Street. A Piccadilly Circus, sotto la parete piena di schermi, troverete un piccolo negozietto che vende i donuts più gustosi di Londra, assaggiare per credere.

Camden Town, Notting Hill e Covent Garden. Questa è la parte della città che preferisco e che ogni volta mi fa assaporare gusti diversi. E’ preferibile visitare questi quartieri nel fine settimana, momento durante il quale, i mercati più stravaganti e allo stesso tempo classici, prendono vita. Il sabato mattina è dedicato a Camden Town, qui gli spiriti più artistici trovano “pane per i loro denti”. La molteplicità degli articoli proposti rende questo mercato il più famoso e frequentato di Londra. Consiglio vivamente di fare una sosta al mercato alimentare che si trova lungo i canali del quartiere, per assaggiare le specialità provenienti da tutte le parti del globo. Terminata la scoperta di Camden, la tappa successiva del sabato pomeriggio ci porta alla scoperta del raffinato quartiere di Notting Hill dove il mercato dell’antiquariato suscita nei turisti fascino e curiosità. Prima di approdare in Portobello Road per vistare il vasto mercato vi consiglio una sosta in Pembridge Road al numero 19, dove trovate la pizzeria siciliana Arancina, ottimo cibo in una location suggestiva. La domenica mattina si passa a Covent Garden, il piccolo mercatino che non ha nulla a che vedere con i grandi mercati del sabato, è una chicca nel cuore della città. La domenica mattina la zona si riempie di bravissimi artisti di strada che incantano i bambini e strappano sempre un sorriso ai grandi. Se avete voglia di pranzare in zona, assaggiate la buonissima jacket potatoes con chili o con bacon e cedar

La parentesi "spettacoli teatrali" a Londra è decisamente molto ampia, l’offerta teatrale propone una programmazione molto vasta di musical e commedie per tutti i gusti. Acquistare i biglietti in loco vi permette di scegliere personalmente il posto a sedere e di usufruire quando è possibile, di sconti last minute (prenotare il pomeriggio per la sera stessa). Un ottimo punto vendita si trova di fianco al famoso museo delle cere “Madame Tussaud”, hanno spesso prezzi concorrenziali e ottimi posti.

Dopo lo spettacolo teatrale, quasi sempre in zona Covent Garden, potete gustare una succulenta cena spagnola al ristorante “La Tasca” situato al n° 23 di Maiden Lane, ottimo vino in un ambiente caloroso e conviviale.

La ricettività alberghiera londinese propone un’offerta su ampia scala. Dagli ostelli agli hotel di lusso, qualsiasi tipologia di turista, in questa poliedrica città, troverà il suo habitat naturale.

Personalmente, la zona di Bayswater (zona 1 linea gialla della metropolitana/circle line), è quella che meglio rappresenta la mia idea di buon hotel in zona tranquilla. Il quartiere è ricco di pub e ristoranti etnici circondati da giardini verdi molto curati con intorno edifici bianchi in perfetto stile vittoriano.

Altri diari di viaggio

Dubai: vivi i 5 trend del momento

Dubai
Emirati Arabi
Alessandra Brusi
Nella città più trendy, le attrazioni più emozionanti, i panorami mozzafiato e il jet set più glamour...

Toscana: a zonzo fra Val d'Orcia e Val d'Elsa

Toscana
Daniela
Le esperienze più belle di questa regione meravigliosa