Quel viaggio che sognavo da sempre: Norvegia, Lapponia e aurora boreale | Viaggi Manuzzi

Tu sei qui

Quel viaggio che sognavo da sempre: Norvegia, Lapponia e aurora boreale

  • 02-10 febbraio 2019
  • Tipologia di viaggio: 
  • Destinazioni: 
    Lapponia
    Nord Europa
    Norvegia
  • Chiara
I panorami mozzafiato delle isole Lofoten e le esperienze uniche in Lapponia hanno reso questo viaggio semplicemente indimenticabile
Una destinazione può essere scelta d’impulso, o perché ci è stata consigliata, ma a volte i viaggi nascono per realizzare un sogno nel cassetto: il mio era di visitare i paesaggi innevati della Lapponia per ammirare lo spettacolo dell'aurora boreale.
Chiara
Ufficio Mice

Il mio itinerario:

  • Oslo – 1 notte
  • Isole Lofoten – 3 notti
  • Una notte a bordo dell’Hurtigruten
  • Tromsø – 3 notti

 

A volte avere aspettative altissime può causare delle delusioni, ma la Norvegia ha saputo mantenere le promesse.

Sono partita da Bologna con un volo KLM diretto ad Oslo: la capitale è celebre per i luoghi di interesse storico-artistico, ma il richiamo del Nord era così forte che ho deciso di dedicarle solo mezza giornata. Se, come nel mio caso, si hanno poche ore a disposizione consiglio di visitare il Teatro dell’Opera, il più grande edificio culturale di tutto il Paese: l’architettura moderna dell’edificio e degli spazi interni è di forte impatto visivo. La posizione centrale dell’albergo mi ha permesso anche di fare una camminata serale lungo la Karl Johans Gate, la via pedonale che ospita negozi, ristoranti e importanti edifici come il Teatro Nazionale, il Parlamento Norvegese e il Palazzo Reale.

Ho raggiunto le isole Lofoten con un volo interno, e mentre si sorvola l’arcipelago per l’atterraggio i paesaggi lasciano già senza fiato. Considerate una delle regioni più affascinanti della Norvegia, le Lofoten meritano questo riconoscimento per mille motivi: dalle maestose montagne a picco sul mare ai remoti villaggi di pescatori, la bellezza dei paesaggi naturali è semplicemente impressionante. Io e il mio compagno di viaggio abbiamo noleggiato un’auto per poter percorrere autonomamente l’unica strada che collega le isole da nord a sud (e che anche in inverno è mantenuta in condizioni impeccabili, nonostante la neve): si è rivelata la scelta migliore che potessimo fare, perché abbiamo potuto costruire un itinerario su misura per visitare i villaggi e i punti panoramici che più ci interessavano, ammirando scorci mozzafiato lungo il percorso. Andenes (che in realtà appartiene all’arcipelago delle Vesterålen) è il luogo perfetto per l’avvistamento di orche e balene, mentre la tappa che ho assolutamente adorato è stata Reine: si tratta di uno dei luoghi più famosi delle isole per la sua posizione in un suggestivo scenario ai piedi di ripide scogliere. In questo piccolo villaggio di pescatori abbiamo visto la nostra prima aurora boreale, e abbiamo avuto la possibilità di dormire in una “rorbu”, la tipica abitazione in legno (dipinta di rosso come da tradizione) utilizzata dai pescatori norvegesi.

Con un pò di nostalgia abbiamo salutato le isole Lofoten sul porto di Svolvaer, per imbarcarci (letteralmente) in una delle esperienze più tipiche della Norvegia del Nord: l’Hurtigruten. Si tratta di una compagnia di traghetti che ogni giorno naviga lungo la costa, da Bergen a Kirkenes, con numerose soste lungo il tragitto. Abbiamo scelto di utilizzare questo mezzo di trasporto per raggiungere Tromsø, ed è un’esperienza che consiglio assolutamente di includere in un viaggio di questo tipo, almeno per una notte. Le cabine sono essenziali ma confortevoli, e il servizio di ristorazione a bordo è di alta qualità. Durante la navigazione diurna abbiamo ammirato dei panorami sui fiordi e sulle montagne innevate che difficilmente potremo dimenticare.

Se la prima parte del mio viaggio è stata dedicata alle isole Lofoten e a meravigliosi paesaggi naturali, nella seconda metà ho voluto concentrare tutte le attività invernali tipiche della Lapponia: dall’inaugurazione dei Concerti di Mezzanotte nella Cattedrale Artica di Tromsø alla caccia all’aurora boreale a bordo di un mini van, dalla notte trascorsa in una tenda Sami all’escursione con la motoslitta, per concludere con l’esperienza di essere alla guida di una slitta trainata da una muta di vivaci cani husky attraverso una foresta innevata. Ognuna di queste esperienze rappresenta un ricordo unico nel suo genere, perché mi ha permesso di vivere la Lapponia come l’ho sempre immaginata fin da bambina. E’ difficile spiegare le sensazioni che si provano davanti alla magia dell’aurora boreale che appare nel cielo, riflessa sulle acque di un lago o semi nascosta tra i profili delle montagne. Si tratta di un’esperienza che ognuno vive in modo soggettivo, ammirandola in silenzio o affrettandosi per catturarla in una fotografia, e auguro a chiunque di vederla almeno una volta nella vita.

Nonostante lo spettacolo dell’aurora, il ricordo più bello che conservo di questo viaggio è l’esperienza che ho scelto di fare al Polar Park di Bardu, la “Wolf Visit”: un incontro ravvicinato con cinque maestosi lupi nordici, che seppur selvatici sono abituati alla presenza dell’uomo e ne ricercano il calore corporeo. Con un pizzico di coraggio è possibile farsi “baciare” da questi splendidi animali, osservare da vicino le dinamiche del branco e interagire con i suoi componenti, sotto l’attenta guida dei custodi che indicano i movimenti ammessi e le accortezze da adottare per mantenere il livello di sicurezza. E’ sicuramente una delle esperienze più belle che abbia mai fatto, uno di quegli incontri che non capitano tutti i giorni.

Forse più delle altre volte, questo è solo un arrivederci. 

Altri diari di viaggio

Perù, Machu Picchu

Perù
Sudamerica
Silvia Amadori
Quando si dice 'viaggio' qual è l'immagine che vi viene in mente per prima?

India: il Kumbh Mela di Allahabad, il giubileo hindu da 120 milioni di fedeli.

India
Silvia Amadori
Arriviamo ad Allahabad, in Uttar Pradesh, dopo la notte in treno da Delhi, perchè qui, in questa santa per l'induismo, alla confluenza di fiumi Gange e Yamuna, si svolge da gennaio a febbraio del 2019 l'Ardh Kumbh Mela